Come funziona il 118

A seguito di richiesta, da parte di persone che necessitano soccorso urgente, l’operatore della Centrale Operativa 118, dopo aver posto una serie di domande al chiamante: “Da dove chiama? Come si chiama? Che numero di telefono ha? Quali sono le condizioni del paziente? ecc.” stabilisce l’urgenza del servizio e il relativo codice:

Verde servizio normale che non presenta nessun tipo di urgenza o pericolo di vita
Giallo servizio urgente il paziente presenta almeno un parametro vitale alterato
Rosso servizio urgente il paziente presenta almeno due parametri vitali alterati

A questo punto l’operatore decide l‘invio del mezzo più adeguato, eliambulanza, automedica o autoambulanza (diurno), automedica o autoambulanza (notturno), scegliendo la “colonnina” di partenza più vicino al paziente che necessita tale intervento.

I principali vantaggi sono: velocità d’intervento, qualità del servizio, sinergia degli operatori: 118, 113, 115, elisoccorso, croci, intervento e accesso ospedaliero più rapido. Il servizio è totalmente gratuito grazie alla Regione Lombardia.


Automedica 118

è un servizio attivato su richiesta del 118, il quale ne dispone pienamente.
Automedica: si tratta di più mezzi avanzati di soccorso dotati di equipaggio, Medico Anestesista e ‘ Infermiere Professionale, che intervengono nei casi più gravi o quando il presunto evento sembra particolarmente critico. Questo servizio, viene affiancato di giorno dall’elicottero.

This entry was posted in Curiosità. Bookmark the permalink.

One Response to Come funziona il 118

  1. luvara' carmelo says:

    mi complimento vivamente ,ma piu’ che vivamente per l’assistenza di soccorso ricevuta in data 14-02-2019 dp aver chiamato il 118 di vimodrone(mi) x soccorrere mia moglie ,chiamata alle 7,20 giunti sul posto alle 7,25 con mezzi e sanitari adeguatissimi al primo soccorso,mi complimento per x la professionalita’dimostrata dai sai sanitari intervenuti(medico,cardiolo,infermiera e altri due sanitari.veramente grandi..un grazie da reggio calabria.
    a cesare quel che e’ di cesare…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>