Testimonianze

30.11.2013

LETTERA RICEVUTA DA UN NOSTRO VOLONTARIO

La Coscienza: Riflessioni di un volontario

Come da tempo comunicato alla cittadinanza, con varie affissioni comunali, oggi 30 novembre c’è stata la presentazione del progetto nuova sede della PUBBLICA ASSISTENZA VIMODRONE.

Come volontari di questa associazione ONLUS, io, mia moglie e mia figlia sentiamo di ringraziare il lodevole operato del nostro stimato  presidente l’egregio Claudio Mela,e non per ultimo, una pietra miliare  di questa associazione ed ex presidente, il pregiatissimo Milan Gianpietro, unitamente  ringraziamo indistintamente anche tutti i componenti della ormai grande Famiglia PAV.

E’ stato un appuntamento importante, non certo per il solo scopo di raccogliere fondi, ma di sensibilizzare e presentare un progetto importantissimo di cui i diretti beneficiari sono i cittadini Vimodronesi e non.

Ero certo che vista l’importanza di tale progetto, visto il giorno e l’ora dell’ incontro, ci sarebbe stata un po’ di gente,  tutti i rappresentanti delle associazioni , i rappresentanti parrocchiali e comunali invitati anzitempo, insomma persone che hanno la possibilità di divulgare ad altri in modo credibile il nostro progetto e la presenza importantissima della nostra associazione sul territorio.

La nostra missione era quella di comunicare che tale associazione ONLUS è molto importante per la comunità: prestiamo assistenza ad anziani, dializzati servizio ai disabili e non ultimo l’impegnativo servizio emergenza urgenza 24 ore su 24 con la centrale operativa 118 Milano, servizio che abbiamo con grande volontà, impegno e dedizione acquisito da gennaio 2013.

La PAV è presente a Vimodrone da più di 20 anni, ma forse non tutti lo sanno: la nostra è un associazione di volontariato rivolto a tutti indistintamente, bianchi , rossi, gialli, credenti, atei, insomma agli esseri umani.

Non nego che nonostante gli impegni personali di ognuno di noi, questo tipo di volontariato comporta una notevole responsabilità sia civile che penale che grava sulle nostre teste, in primis quella del nostro presidente volontario, che senza il benché minimo tornaconto come tutti i volontari, è in più responsabile di tutti i dipendenti e volontari come un amministratore di una società. Nonostante ciò, tutti i componenti della PAV, indistintamente dal più giovane ai pregiatissimi meno giovani, non di spirito ma di età, sono comunque sempre lì pronti a prestare soccorso o aiuto al prossimo..

Ecco perché oggi doveva essere una presentazione avvallata dai cittadini: si chiedeva di comprendere lo sforzo economico che stiamo facendo per tutti i Vimodronesi, ma con grande rammarico c’erano veramente 4 gatti, oltre a rare rappresentanze sopra citate, che comunque sento di ringraziare.

Dopo tale delusione ho deciso di scrivere queste righe affinché tutte le persone di buona volontà diffondano il nostro grido di aiuto, un aiuto per aiutare tutti e come dice il nostro motto : NOI PER VOI.

Forse devo pensare che i cittadini di Vimodrone sanno poco o nulla della nostra associazione: la PAV è una  risorsa per il nostro territorio, devono sapere  che delle persone, non solo di Vimodrone, dedicano molto tempo per gli altri sacrificando la famiglia, tempo libero , Natale, Capodanno ..,facendo turni notturni anche se il giorno dopo si va a lavorare, i sabati e le domeniche.

Qualcuno dirà:”Ma chi te lo fa fare?” . Noi volontari rispondiamo che è la nostra coscienza.

Non voglio polemizzare, ma sensibilizzare gli animi di tutti e poi è appagante sentire la gente che dice “grazie per quello che fate”, o strappare un sorriso agli anziani soli o ammalati, agli emarginati, ai senza tetto.

Ricordo con piacere una notte a Milano, un passante ci ha detto incontrandoci: “Grazie angeli della notte”. Altre semplici persone che ci offrono acqua o bevande calde,  in funzione della stagione, quando siamo in colonnina a Milano in attesa di una chiamata di soccorso. Queste sono le cose che ci gratificano che ci mandano avanti, anche perché ne vediamo di tutti i colori e a volte salviamo vite umane!!!!!!!!!!!!

Tutti hanno il diritto di spendere il proprio tempo libero  a piacere, a noi piace spenderlo per aiutare gli altri e farlo gratuitamente, tutto qui.

Un ringraziamento  assoluto infine va  alla COOPERATIVA  EDIFICATRICE LAVORATORI di Peschiera Borromeo, proprietaria dei locali ex Busker, che si è dimostrata  sensibile a dare in affitto i propri locali con particolari agevolazioni. Ovviamente i notevoli costi di ristrutturazione, gli adeguamenti, come le normative ASL richiedono, sono a carico della PAV ed è anche per questo che ci serve un contributo da parte di tutti.

I  nostri colleghi vicini, AVIS  Cologno  Monzese, Croce Verde Pioltello, sono stati più fortunati o forse le loro amministrazione comunali più avvedute a tale risorsa, concedendo spazi grandi e ben attrezzati di proprietà comunale; purtroppo il nostro comune nonostante le molteplici richieste di aiuto, non è riuscito a trovare nulla per la nostra, anzi la sede di “tutti” i Vimodronesi.

Concludo ringraziando tutte le persone di coscienza e buona volontà che vorranno diffondere il concetto di queste mie parole, che sono parole che tutti noi della PAV vorremmo che vengano diffuse e comunicate ai cittadini di Vimodrone aiutando un’ associazione che aiuta gli altri, una risorsa da difendere e preservare perché noi ci saremo sempre.

Ancora una volta NOI PER VOI ,indistintamente.

Cordialmente

18. 11..2013

LETTERA RICEVUTA DA UN NOSTRO VOLONTARIO

“Pregiatissimo Presidente,

anche se i nostri rapporti sono estremamente confidenziali e profondamente amichevoli, nel bel mezzo di una rivoluzione “istituzionale” di grande portata come quella che si para di fronte ai nostri occhi con il progetto della nuova sede P.A.V., nonostante il canale informale di una mail, ritengo sia più consono usare nei tuoi confronti il titolo che meriti, quello di più alto rappresentante di tutti noi Volontari.

Anche se da poco tempo e – ahimè – con poca frequenza, far parte della P.A.V. è per me motivo di grande orgoglio per molti motivi. E tutto ciò anche grazie ad alcune persone realmente fantastiche che ho avuto la fortuna di conoscere negli ultimi tempi.

Dopo un breve periodo in cui sono riuscito a fornire il mio supporto direttamente, seppur a distanza ho visto crescere l’Associazione con grande slancio, rapidità e qualità nel corso dell’ultimo anno, grazie anche alla convenzione con AREU che ha portato ad iniziare un futuro di grandi sacrifici per tutti i Volontari che credono nella P.A.V. e che fino ad ora si sono impegnati con gran cuore per garantire la difficile costanza di un equipaggio sempre presente.

Ebbene, tutto questo fa della nostra Associazione (così vorrei definirla poiché sento, con sincerità, di farne integralmente parte anche se la mia collaborazione si limita, mio malgrado, al minimo) uno splendido gruppo di lavoro composto da “ragazzi” di tutte le età e di ogni ceto sociale, tutti motivati e sinceramente convinti di poter contribuire alla crescita e al mantenimento del buon nome dell’ente. Ciascuno di loro riunito sotto un’unica bandiera grazie alla passione, alla dedizione, al sacrificio e al sorriso (così sulla labbra come interiormente) che contraddistingue ogni uomo impegnato nella difficile missione del soccorso.

Superato il traguardo dei ventun anni di soccorso (vissuti sulle ambulanze, sui mezzi rossi dei pompieri e su quelli blu e bianchi dell’Arma), a tutt’oggi ritengo di poter aver raggiunto la conoscenza di un’importante verità, probabilmente alla base dello spirito di chi – come me e nonostante difficoltà, distanze e altri ameni problemi – continua a mantenere viva la passione. Ciascuno di noi, vuole poter dimostrare di essere in grado e di avere il coraggio di scendere in campo nel momento della difficoltà, per potersi mettere in discussione direttamente, per portare soccorso, per cancellare il dramma di un momento oppure soltanto per poterlo alleviare per qualche istante. Ciascuno di noi Volontari, pretende di poter essere ricordato come una persona “buona”, animata da sani principi e dallo spirito della solidarietà. Ciascuno di noi vuole poter credere ancora in sé stesso e il volontariato è senz’altro la risposta migliore. Ecco tutto.

Il buon Volontario lavora proprio così, con queste frecce al suo arco. Ma la P.A.V. ha un’arma in più: la semplicità. Proprio così, la semplicità di un’Associazione che è cresciuta negli anni con piccoli passi e – forse – con lo sforzo di pochi. Costoro, credendo nella loro idea, hanno saputo trascinare con sé altrettanti “pochi” pronti alla sfida, riuscendo a trasmettere loro qualcosa. Un’idea vincente, ecco tutto. Un’idea che si è materializzata in un’Associazione che fosse davvero “dei volontari”, che vivesse davvero sulle idee, sui suggerimenti, sui piccoli gesti e sui sorrisi di ciascuno di loro, di tutti. Un gruppo di lavoro che fosse realmente lo specchio di ciò che fa e di ciò per cui vive: il Soccorso (non a caso scritto con l’iniziale maiuscola).

Questa è la mia idea di P.A.V., maturata in me fin dal giorno dell’iscrizione. La necessità di iniziare un’esperienza lavorativa diversa mi ha poi portato lontano, senza però che questo potesse privarmi del piacere di rimanere vicino a tutti voi.

Purtroppo, non potrò partecipare all’Assemblea di domani e di ciò sono estremamente rammaricato. Non tanto perché abbia particolari suggerimenti o proposte da presentare ma quanto perché avrei voluto anche solo essere fisicamente partecipe ad un momento di così grande rilevanza per l’Associazione e per i Volontari tutti. E probabilmente, come peraltro sono certo accadrà, con la vicinanza di tante persone amiche le idee sarebbero comunque nate con spontanea efficacia anche in me.

Questa mia lunga riflessione è, in realtà, il veicolo con cui gradirei portare – per il tuo illustre tramite – il mio più grosso abbraccio a tutti i Volontari, congratulandomi con ciascuno di loro per l’impegno, la dedizione e la voglia di fare, dimostrando all’Associazione – a discapito della distanza fisica – tutta la mia vicinanza, il mio supporto e la mia fiducia.”

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>